Zudek: uso innovativo dell’ammoniaca

Zudek: uso innovativo dell’ammoniaca

Zudek recupera il calore e lo trasforma in energia frigorifera grazie all’uso innovativo dell’ammoniaca, presente in natura, ecologica e non inquinante

Negli impianti che l’azienda Zudek propone c’è l’utilizzo innovativo dell’ammoniaca, il miglior refrigerante esistente, presente in natura, ecologico e non inquinante. Vengono usate cariche di ammoniaca molto basse per generare freddo con un impatto ambientale pari a zero.

Nell’industria della lavorazione del latte, per esempio, si utilizza acqua gelida (circa a 0.5° C) priva di glicole. Non si possono utilizzare anticongelanti di alcun tipo, perché eventuali perdite danneggerebbero tutti i prodotti della filiera, ma l’acqua così com’è, allo stato puro. Per raffreddare l’acqua molti caseifici adoperano ancora le vasche di accumulo di ghiaccio e con questo sistema l’acqua a zero gradi è disponibile solo per poche ore, poi la temperatura sale gradualmente deteriorando il prodotto.Zudek

Dalle vasche di accumulo del ghiaccio ai sistemi moderni

Le vasche di accumulo del ghiaccio sono piscine aperte con migliaia di tubi all’interno, attorno ai quali si forma il ghiaccio utile per accumulare energia frigorifera. L’energia accumulata con questo sistema è solida: i tubi vengono avvolti da manicotti di ghiaccio che, sciogliendosi, forniscono l’acqua a zero gradi.

Ma per produrre il ghiaccio serve un refrigerante che lavori a -10°C, altrimenti l’acqua non congela. Fino a 50/60 anni fa il 90% dei caseifici lavorava dalle cinque a mezzogiorno per produrre essenzialmente formaggio, burro e latte. Le vasche di accumulo del ghiaccio garantivano la temperatura dell’acqua a 0,5/1° C per le prime cinque/sei ore, poi aumentava. Allora serviva poca energia frigorifera e quelle poche ore bastavano per completare il ciclo, ma oggi la produzione casearia con centinaia di prodotti vede tempi di produzione molto allungati. Gli stabilimenti Galbani, per esempio, lavorano 24h/giorno.

Se consideriamo che in un caseificio il 60% di energia consumata riguarda la parte frigorifera, con un impianto Zudek si può risparmiare fino al 30%. Questo vale sia per le grandi aziende sia per i caseifici o le industrie alimentari di ogni dimensione.

Macchine che aiutano ad essere più competitivi

Con gli impianti Zeromatik, per esempio, Zudek garantisce l’acqua costante a 0,5° C per tutto il ciclo produttivo. È l’unica azienda in Italia in grado di produrre questi impianti.

Zeromatik

Zeromatik è un gruppo frigorifero brevettato refrigerato ad ammoniaca che produce acqua a 0,5° C in maniera continua, dall’ingombro minimo. Consuma circa la metà dell’energia elettrica che serve per produrre la stessa quantità di energia frigorifera.

Per produrre ghiaccio a -10°C con il vecchio sistema delle vasche serve 1 kW di energia elettrica al costo di 0,15 euro. Zeromatik rende invece 2 kW frigoriferi. Con Zeromatik, che produce l’acqua gelida in diretta, i clienti Zudek comprano 1 kW e ricevono 4 kW.

Una soluzione ideale per i caseifici

Con produzioni sempre più diversificate, oggi al caseificio serve acqua gelida per 12/14 ore al giorno. Perché la vasca di accumulo del ghiaccio non è economica e non garantisce la temperatura costante per l’intero ciclo produttivo. Per accumulare il ghiaccio, inoltre, i compressori devono evaporare a -10/12° C. Zeromatik evapora invece a -1°C, consentendo un’efficienza sul compressore del 40%: a ogni grado di evaporazione in più aumenta del 3,5-4% l’efficienza del compressore.

Risparmio energetico, cogenerazione e trigenerazione

In molti caseifici si parla da tempo di cogenerazione, cioè produzione simultanea di energia elettrica e potenza termica. In genere in uno stabilimento servono energia elettrica, frigorifera e termica. Stiamo parlando di trigenerazione, da produrre con Enermatik, un impianto ad ammoniaca che utilizza cascami termici ad alta temperatura (80/100°C) per raffreddare acqua sottozero e produrre energia frigorifera. Uno stabilimento con un impianto di cogenerazione, quindi, può usare l’acqua calda prodotta dai motori, che altrimenti andrebbe dispersa, per produrre in casa l’energia frigorifera di cui ha bisogno. Un evidente risparmio energetico.

 

Innovative use of ammonia

Zudek recovers heat and turns it into refrigeration energy thanks to the innovative use of ammonia, a natural, eco-friendly and non-polluting element

Zudek plants feature an innovative use of ammonia, the best eco-friendly and non-polluting refrigerant in nature. Very low charge of ammonia used to generate cool at zero impact on the environment.

The milk processing industry, for instance, uses glycol-free icy water (about 0.5° C) and no antifreeze is allowed for it may damage the products, but on the contrary pure water is.

To cool water, many dairy factories use ice accumulation tanks where water at zero temperature is available for as long as few hours, then temperature rises and jeopardizes the product.

From ice accumulation tanks to modern systems

Ice accumulation tanks are open pools that houses thousands of tubes on which ice forms and then used to accumulate cooling energy. This system offers solid power: Ice sleeves cover the tubes and when melting they provide water at O°C.

To turn water to ice we need a refrigerant that works at -10° C. Up to 50-60 years ago, 90% of dairy factories used to work from 5 a.m. to 12 p.m. to produce mainly cheese, butter and milk. The ice accumulation tanks granted water temperature at 0.5/1° C for the first 5/6 hours, then the temperature rose again. At that time, little cooling energy and few hours were required to complete the cycle, but today, dairy production accounting from thousands of products needs much longer production time. For instance, Galbani factories work for 24 h/day.

60% of the energy consumed by a dairy factory is taken by refrigeration; with a Zudek plant, big-sized companies, dairy factories and food industries of any size can save up to 30%.

Machines help to be more competitive

With Zeromatik, for instance, Zudek grants constant water at 0.5° C for the entire production process. That is the only company in Italy to produce these plants.

Zeromatik

Zeromatik is a patented, ammonia-cooled refrigeration group that produces water continuously at 0.5° C. It takes up very little space and about half electric power is needed to generate the same quantity of refrigeration energy.

To produce water at -10° C by means of the old tank system,1 kW electric power is needed at 0.15 euro. Differently, Zeromatik provides 2 kW refrigeration power. With Zeromatik producing icy water directly Zudek’s customers buy 1 kW and get 4 kW.

An ideal solution for dairy factories

With increasingly diversified productions, today, a dairy factory needs icy water for as long as 12/14 hours a day. That results from the fact that an ice accumulation talk is not inexpensive and does not guarantees constant temperature during the entire production cycle. To accumulate ice, compressors have to evaporate at -10/12° C. On the other hand, Zeromatik evaporates at 1° C. thus offering 40% efficiency: at any evaporation degree it increases compressor’s efficiency by 3.5/4%.

Energy saving, cogeneration and trigeneration

Cogeneration – simultaneous production of electric and thermal power – has been topic issue in many dairy factories. Generally speaking, a factory usually needs electric, refrigeration and thermal power. This is trigeneration, possible thanks to Enermatik, an ammonia plant that uses high-temperature thermal waste (80-100°C) to cool water below zero and produce energy. A factory provided with a cogeneration plant can therefore use the hot water the engines produce to create the cooling energy it needs. That is clear energy saving.