ProSweets Cologne: novità e trend per gli ingredienti di prodotti dolciari...

ProSweets Cologne: novità e trend per gli ingredienti di prodotti dolciari e snack

Ingredienti funzionali ed esperienze gustative multisensoriali coniugano gusto e salute

L’ultima sfida rivolta alle aziende dolciarie consiste nello sviluppo di prodotti e/o varianti di prodotto più equilibrati e naturali con ingredienti genuini che aprano anche ad esperienze multisensoriali. A ProSweets Cologne, gli sviluppatori di prodotto troveranno il supporto e gli ingredienti perfetti per ogni applicazione. I programmi trasversali che saranno presentati a Colonia dal 2 al 5 febbraio 2020 sono improntati alle esigenze dei consumatori e alle richieste del commercio e dell’industria.

Cresce la domanda di dolcezza. Quando si tratta di mettere qualcosa sotto i denti, oltre ad aspetto brillante e gusto straordinario, da cioccolato farcito, caramelle alla frutta o cremose alla panna i consumatori si aspettano anche un valore aggiunto funzionale. Sono soprattutto le combinazioni inusuali ad aprire le porte a nuove esperienze gustative nel punto vendita grazie al Food Pairing. La componente leggermente amara del matcha e gli aromi fruttati e aciduli del cranberry per esempio si sposano perfettamente con il cioccolato. O ancora un dolce rivestimento alla vaniglia che in bocca attenua la nota amara del rabarbaro racchiusa nel cuore di una caramella gommosa. Le esperienze gustative multisensoriali con colori e aromi vegetali autentici, come per esempio gomma di kiwi e sedano, godono dei favori soprattutto dei giovani consumatori. Nel padiglione 10.1 di ProSweets Cologne sarà ospitata per la prima volta una “Tasting Zone”, dove Sebastian Lege, esperto televisivo di food ed entertainer culinario, proporrà la degustazione di ricette di prodotti riformulati.

Fusione di salute e gusto in uno snack

Il trend si muove in direzione di maggiore genuinità e minor numero di ingredienti. I consumatori cercano un ridotto contenuto di zucchero e maggiore presenza di fibre. L’ultima generazione di fibre pregiate svolge infatti una doppia funzione: esse non solo stimolano la digestione, ma grazie alla loro naturale dolcezza riducono il contenuto di zucchero nella pasta dei biscotti o nelle creme al cioccolato, ottimizzando al contempo consistenza e sensazione al palato.

Ne sono un esempio le barrette al müsli arricchite con un mix di polvere di lamponi, baobab e acerola. Il consumo di una porzione di soli 50 grammi circa copre già completamente il fabbisogno quotidiano di vitamina C di un adulto. Con l’aggiunta di riso soffiato arricchito con proteine vegetali derivate da fagioli e piselli, diventano uno snack gustoso che promuove uno stile di vita sano e attivo. Le aziende hanno imboccato questa strada per incorporare, oltre ad ingredienti classici come noci, mandorle e nocciole, anche additivi più insoliti quali canapa, sesamo, rotture di biscotti e cubetti di zenzero.

Ingredienti alternativi per un valore aggiunto

Le barrette di müsli sono anche un ottimo esempio della moda del momento: prodotti adatti alle esigenze specifiche del consumatore secondo il principio “better for you”. Le aziende dolciarie rispondono con ricette a ridotto contenuto di grassi e sale, alternative vegane o vegetariane e prodotti senza glutine e lattosio.

Tuttavia un’alimentazione personalizzata per ogni fase della vita esige know-how tecnologico e formule raffinate e non di rado l’impossibilità di eseguire l’upscaling dal laboratorio rende tutto più complesso. L’impiego delle nuove tecnologie combinate a ricette alternative sarà quindi un aspetto centrale di ProSweets Cologne. La mostra speciale “Ingredients – Reformulation for Sweets and Snacks”, presentata da Kölnmesse in collaborazione con DLG, costituirà una preziosa fonte di ispirazione per gli sviluppatori di prodotto. Da qui partiranno anche i Guided Tours che guideranno gli operatori in visita agli espositori che propongono un’offerta in tema.

Consistenze uniche per agrodolce

Secondo un recente sondaggio di Innova Market Insights, in USA e Gran Bretagna il 68% dei consumatori ritiene che la consistenza contribuisca a rendere più interessante l’esperienza gustativa. Non c’è quindi da meravigliarsi se nella ricerca di prodotti innovativi essa assume un ruolo via via cruciale in riferimento a svariati prodotti, quali caramelle e gomme da masticare, ma anche prodotti Mogul come caramelle gommose o gelée. Gli idrocolloidi vegetali come gomma arabica e pectina, o ancora farina di semi di guar e farina di semi di carrube garantiscono una multifunzionalità straordinaria per sviluppare un’ampia gamma di prodotti quali marshmallow vegani, pastiglie alla frutta, caramelle gommose al vino e specialità a base di liquirizia.

Tuttavia, il polo fieristico di Colonia offrirà anche spazio a innovazioni creative che esulano da una mera lista di ingredienti; gli impiantisti che espongono alla rassegna lavorano infatti alacremente per dotare i propri impianti di produzione dolciaria di numerose nuove funzioni. Gli impianti Mogul restano all’avanguardia per la produzione di caramelle gommose. Saranno tuttavia esposti anche metodi di produzione innovativi in cui la colatura e la formatura si svolgono in assenza di polvere in stampi di silicone riutilizzabili; dato che viene a mancare la fase di essiccazione nel letto di amido, ingredienti quali sostanze vegetali secondarie, acidi grassi omega 3, fibre, vitamine e minerali possono essere incorporati con maggiore facilità. La durata del ciclo di produzione si abbrevia così da 24 ore a soli 40 minuti.

Fonte di ispirazione e piattaforma di business

Low carb o low fat, senza zucchero o senza glutine, vegetariano, vegano o biocertificato: un primo sguardo a ProSweets Cologne 2020, che si terrà ancora una volta in contemporanea a ISM, dimostra come sia possibile conciliare salute, genuinità e gusto. Ma quali sono i limiti di riformulazione e riduzione? E cosa si deve sapere quando si maneggiano i nuovi agenti texturizzanti? Nello “Speakers Corner” si terranno conferenze tecniche specifiche che elargiranno suggerimenti preziosi e illustreranno i trend del futuro.

New products and trends for the ingredients of sweets & snacks

At ProSweets Cologne 2020, functional ingredients and multi-sensory taste experiences unite taste with healthy added value

The current challenge for sweets producers is developing more balanced and more natural products or product variants with natural ingredients which at the same time offer multi-sensory experiences. At ProSweets Cologne, product developments can find tailor-made ingredients and support for every application. The cross-target group concepts that will be presented in Cologne from 2 to 5 February 2020 are aligned to satisfy the needs of the consumers and the demands of the trade and industry.

There are increased demands in the area of sweet enjoyment. Whether filled chocolate, fruity chews or creamy bonbons: In addition to a fantastic appearance and excellent taste, the consumers are increasingly expecting functional added value when tucking in to sweets. It is above all the extraordinary combinations that are opening up new taste experiences at the point of sale through food pairing. The slightly bitter components of matcha and the fruity, sour aroma of cranberries for instance go together perfectly with chocolate. Or a sweet vanilla coating that on chewing gives way to a sour rhubarb taste inside a fruit gum. Multi-sensory taste experiences with authentic plant-based aromas and colours such as kiwi and celery gums for instance are presently popular particularly among young consumers. For the first time there is going to be a “Tasting Zone” at ProSweets Cologne in Hall 10.1. Here, the TV food expert and culinary entertainer, Sebastian Lege, will present recipes of reformulated products for tasting.

Healthy snacks and taste united

The trend is moving towards more naturalness and a short list of ingredients. Consumers are paying attention to reduced sugar content and more fibre. Here, the latest generation of high-quality fibre fulfils two functions – because it not only promotes the digestion. With their natural sweetness they reduce the sugar content in biscuit dough or chocolate cream and at the same time optimise the texture and feeling in the mouth.

Examples of these are muesli bars enriched with a mixture between raspberry, baobab and acerola powder. Already eating an approx. 50-gramme portion completely covers the recommended daily intake of Vitamin C for an adult. By adding rice crisps enriched with vegetable proteins gained from beans or peas, they turn into a delicious snack which supports an active and healthy lifestyle. Manufacturers use this way to process in addition to classic ingredients such as nuts, almonds or hazelnuts also more unusual ingredients such as hemp, sesame, biscuit crumbs or diced ginger.

Added value through alternative ingredients

At the same time, the muesli bars are a good example for what is currently the rage: Products for individual consumer needs and those following the “better for you” concept. The sweets producers are reacting to this with fat and salt-reduced recipes, vegan or vegetarian alternatives and gluten-free as well as lactose-free products. However, needs-based foodstuffs for every situation in life demand technological know-how and well-thought out product concepts. And this is not seldom made more difficult by the fact that an upscaling of the laboratory is not readily possible. The implementation of new technologies in combination with alternative recipes is thus a central theme at ProSweets Cologne. The “Ingredients – Reformulation for Sweets and Snacks” special event, which Kölnmesse is presenting in collaboration with the DLG, is an important source of inspiration for product developers. This is also where the guided tours start. They guide the trade visitors to the exhibitors who are offering solutions on the theme.

Unique textures for sweet and sour

According to a current survey by Innova Market Insights, 68% of the consumers in the USA and Great Britain are of the opinion that the texture contributes towards an interesting taste experience. So, it is not surprising that the texture is becoming more and more relevant when looking for innovative products. This applies for both chews and chewing gum as well as for mogul products such as fruit gums or jelly products. Vegetable hydrocolloids such as gum Arabic or pectin, guar gum and locust bean gum offer a unique multi-functionality for a wide spectrum here for the developers of vegan marshmallows, fruit pastilles, wine gums or liquorice specialities.

However, the Cologne fair grounds also offer creative space for innovations that go beyond the mere list of ingredients – since the exhibiting machine builders are working intensely on equipping their sweets machines with numerous new functions. Mogul plants are still state-of-the-art for the production of fruit gums. Innovative processes that allow the powder-less pouring and moulding into reusable silicon moulds are a further facet. Since the drying phase in the starch bed becomes superfluous, it becomes easier to incorporate ingredients such as secondary plant substances, Omega 3 fatty acids, fibres, vitamins or minerals. Simultaneously, the production time is reduced from 24 hours down to just 40 minutes.

Source of inspiration and business platform

Low carb or low fat, sugar-free or gluten-free, vegetarian, vegan or bio-certified: The outlook at ProSweets Cologne 2020, which as in the previous years is being staged parallel to ISM, demonstrates how the aspects health, naturalness and taste can be brought together. But where are the limits of reformulation and reduction? And what is it important to know when dealing with new texturizers? Specialised lectures on these issues will be staged in “Speakers Corner”, which will create additional inspiration and highlight the trends of the future.

www.prosweets-cologne.com