PROFOOD TECH: la seconda edizione convince

PROFOOD TECH: la seconda edizione convince

L’evento organizzato da Kölnmesse in collaborazione con PMMI e IDFA ha accolto non solo aziende dell’area Nafta, ma anche un consistente numero di realtà internazionali

 “Devo ammettere che ci attendavamo questo risultato: l’esperienza di Kölnmesse nel settore delle tecnologie alimentari e la qualità di un mercato come quello statunitense non potevano che portare a una nuova storia di successo”. Questo il commento a caldo di Thomas Rosolia, amministratore delegato di Koelnmesse Italia, a pochi giorni dalla chiusura dei cancelli della seconda edizione di ProFood Tech, biennale dedicata all’industria alimentare e delle bevande svoltasi al McCormick Place di Chicago dal 26 al 28 marzo scorso.

Una soddisfazione ribadita da Nicola Scudella, Sales Manager Central & North America della italiana Tecnopool: “…siamo molto soddisfatti della nostra esperienza a ProFood Tech”, ha dichiarato. “Nelle tre giornate di fiera abbiamo avuto modo di incontrare molti operatori e l’organizzazione è stata all’altezza delle nostre migliori aspettative: una esperienza che non mancheremo di ripetere nei prossimi anni”.

Un evento che ha richiamato 414 espositori da tutto il mondo in quella che è una “vetrina unica” per il mercato del Nordamerica, una panoramica completa su tutto ciò che rientra nella definizione di tecnologie, strumenti e attrezzature per la “food industry” che ha richiamato nella splendida città statunitense oltre 5mila visitatori professionali “di alta qualità”, come sono stati unanimemente definiti dalla stragrande maggioranza degli espositori. ProFood Tech ha infatti sottolineato con forza la propria vocazione di business event, un messaggio che è stato indubbiamente raccolto da un pubblico estremamente qualificato, di cui oltre il 45 per cento -secondo un sondaggio condotto nei giorni di fiera– coinvolto direttamente nelle decisioni di acquisto, una categoria cresciuta del 42 per cento rispetto alla prima edizione.

Un altro dato significativo emerge dalla analisi del tasso di internazionalità, cresciuto sia per quanto concerne gli espositori (quest’anno erano presenti in fiera aziende da 24 Paesi, contro i dodici della edizione precedente) che i visitatori, giunti a Chicago da ben 78 Paesi, dunque ben al di là dei Paesi Nafta, ritenuti il bacino per eccellenza della manifestazione, a ulteriore riprova del forte sviluppo di questa seconda edizione.

La rassegna –organizzata da Kölnmesse in collaborazione con PMMI (Association for Packaging and Processing Technology) e IDFA (International Association of Diary Industry)– ha accolto non solo aziende dell’area Nafta, ma anche un consistente numero di realtà internazionali, fra cui filiali di importanti gruppi e imprese europee, che hanno di fatto testimoniato l’interesse per una piattaforma che parla a quello che può essere definito fra i più grandi, se non il più grande, mercato del food&beverage mondiale. Marchi come Abb, Azo, Alpma, Christian Hansen, Delkor, Galdi, Gea, Harpak-Ulma, Huhtamaki, Polypack, Schubert North America, Poul Tarp, Serac, Südpack Verpackungen GmbH, Tavil, Tecnopool e Tetra Pak hanno colto questa opportunità.

E ora non resta che attendere la terza edizione della biennale, in programma dal 23 al 25 febbraio 2021.

 

ProFood Tech 2019: second edition convinces

 The exhibition organized by Kölnmesse in collaboration with PMMI and IDFA has welcomed not only Nafta region companies, but also a huge number of international companies

“I have to admit this is an awaited success: Kölnmesse’s experience in the field of food technology and the quality of a market like the US could only lead to a new success story.” This is the initial thought by Thomas Rosolia, managing director of Koelnmesse Italia, just a few days after the closing of the gates of the second edition of ProFood Tech. The biennial dedicated to the food and beverage industry was held at McCormick Place in Chicago from 26 to 28 March. Nicola Scudella, Central & North America Sales Manager of the Italian company Tecnopool confirmed he is proud of the result saying: “… we are very satisfied with our experience at ProFood Tech. During the three days of the fair we had the opportunity to meet many operators and the organization accomplished our best expectations: we will not fail to repeat this experience in the coming years”.414 exhibitors from all over the world participated in this event to take advantage of a “unique showcase” for the North American market, a complete overview of everything that regards technologies, tools and equipment for the “food industry”. The fair has attracted more than 5 thousand “high quality” professional visitors to the splendid US city, as the vast majority of exhibitors was unanimously called. ProFood Tech has indeed strongly emphasized its vocation as a business event, a message that was undoubtedly picked up by a highly qualified public, of which over 45 percent, according to a survey conducted during the fair, was made of decision maker, a category that has increased by 42 percent compared to the first edition.

Another significant figure emerges from the analysis of the internationality, which has grown both considering exhibitors (this year at the fair there were companies from 24 countries, compared to twelve in the previous edition) and visitors, who came to Chicago from 78 countries , therefore far beyond the NAFTA region, considered the preferred source for the event, further proof of the strong development of this second edition.

The exhibition -organized by Kölnmesse in collaboration with PMMI (Association for Packaging and Processing Technology) and IDFA (International Association of Diary Industry)- has welcomed not only Nafta region companies, but also a huge number of international companies, including branches of important European groups and companies, which proved the interest in a platform that addresses the one  that can be defined among the largest, or even the largest, world food & beverage market. Brands like Abb, Azo, Alpma, Christian Hansen, Delkor, Galdi, Gea, Harpak-Ulma, Huhtamaki, Polypack, Schubert North America, Poul Tarp, Serac, Südpack Verpackungen GmbH, Tavil, Tecnopool and Tetra Pak took this opportunity.

And now all that remains is to wait for the third edition of the biennial, scheduled from 23 to 25 February 2021.