DRF Mini Motor – tenuta superiore

DRF Mini Motor – tenuta superiore

DRF è il nome del nuovo concept drive digitale ideato da Mini Motor per portare la tecnologia della gamma DR a un livello superiore

Se c’è una caratteristica che accomuna chiunque abbia fatto dell’innovazione la propria missione professionale, è il non sapersi accontentare mai, il non sentirsi mai arrivati, il continuare strenuamente a cercare nuove forme e nuove strade di progresso. In questo panorama, Mini Motor non fa certo eccezione. Anzi, fa scuola.

Sono molte le espressioni di innovazione, tecnologica e di pensiero, che negli anni l’azienda ha portato nel mondo dell’automazione e del motion control, e ce n’è una che probabilmente descrive meglio di altre questa propensione: è la DR Series, azionamenti integrati sensorless che elevano i classici motoriduttori Mini Motor presenti sul mercato allo stadio di soluzioni smart all-in-on, un insieme perfettamente integrato di motore, riduttore e azionamento.

Eppure, di nuovo, Mini Motor non ha voluto fermarsi a contemplare il lavoro svolto, ma ha deciso di prenderlo e migliorarlo ulteriormente, dando vita a qualcosa di ancora più unico ed eccellente.

Si chiama DRF ed è il concept di un nuovo drive digitale ideato per essere applicato ai motori asincroni trifase fino a 270 watt della Serie Clean.

Il principio che guiderà la progettazione di questo azionamento è lo stesso della gamma DR, regolare la velocità di motori e motoriduttori tramite un controllo vettoriale sensorless, ma la caratteristica che lo distinguerà e lo innalzerà è il suo essere certificato IP67, indice di tenuta superiore all’IP65 della DR Series.

Il DRF sarà costruito secondo le linee guida dettate dall’E.H.E.D.G. – European Hygienic Engineering & Design Group – per la progettazione dei macchinari per l’industria alimentare, tra cui bordi stondati e vidi da incasso; le sue naturali destinazioni di utilizzo saranno dunque il comparto del food&beverage e tutte le applicazioni che richiedano uno standard di tenuta certificato IP67.

Nella pratica, le caratteristiche costruttive del DRF lo renderanno perfetto per le applicazioni che richiedono, ad esempio, lavaggi frequenti e aggressivi, o per il lavoro in immersione completa.

La sua installazione sui motori per i quali è concepito, ovvero ACF, MCF, PCF e PAF, consentirà ai clienti Mini Motor una significativa semplificazione della gestione delle apparecchiature, permettendo loro di regolare la velocità dei motori grazie a un solo dispositivo interscambiabile e applicabile su diversi assi della macchina.

Questo farà del DRF la scelta migliore per le realtà produttive sottoposte a normative igienico-alimentari, quali ad esempio le aziende di lavorazione dell’olio, del vino, delle marmellate, dei succhi di frutta e del comparto food in genere.

L’ingegnere meccanico Alessandro Ciccolella, Ufficio Tecnico di Mini Motor, inquadra con queste parole il contesto in cui sono nate e si stanno sviluppando l’idea e il progetto del nuovo azionamento digitale: “Il percorso strategico tracciato con la creazione della serie DR è ormai definito e suffragato dai risultati, la studio del concept di azionamento DRF è quindi da considerarsi come la naturale evoluzione di Mini Motor lungo questo cammino. Sempre più clienti, operanti in nuovi e molteplici settori, avranno dunque l’opportunità di andare ad aggiornare il loro parco motori allineandolo, per composizione ed efficienza, al consolidato principio dell’integrazione totale”.

DRF Mini Motor, superior seal

DRF is the name of the new digital concept drive designed by Mini Motor that takes the technology of the DR range to a higher level

If there is one aspect shared by anyone who considers innovation to be their professional mission, it is never being totally satisfied, never feeling like you’ve made it and continuing to work hard to achieve new forms and new paths towards progress.

In this panorama, Mini Motor is certainly no exception. In fact, it could probably teach others a thing or two.

Innovation applied to technology and invention comes in lots of different forms that the company has brought to the world of automation and motion control over the years. There is one that probably describes this approach better than others: the DR Series of sensorless integrated drives that elevate the standard Mini Motor gear motors on the market to smart all-in-one solutions, a perfectly integrated combination of motor, gear unit and drive.

Despite this, Mini Motor has no intention of sitting back and contemplating a job well done, but has decided to re-examine it and continue to improve it, in order to achieve something even more unique and excellent.

It is called the DRF and it is the concept of a new digital drive designed for application to the Clean Series of three-phase asynchronous motors up to 270 watt.

The principle guiding the design of this drive is the same as the DR range, controlling the speed of motors and gear motors using sensorless vector control, but its distinguishing feature that will take it to a new level is IP67 certification, a superior seal compared to the IP65 of the DR Series.

The DRF will be built according to the guidelines dictated by the E.H.E.D.G. – the European Hygienic Engineering & Design Group – for the design of machinery for use in the food industry, including rounded edges and flush-mounted screws; its obvious intended uses are the food&beverage sector and all applications demanding an IP67 certified seal.

In practical terms, the build specifications of the DRF will make it ideal for applications involving frequent and aggressive washes, or for working fully submerged.

When it is fitted on the motors it was designed for, namely the ACF, MCF, PCF and PAF, Mini Motor customers will achieve considerable simplification of the management of equipment, allowing them to control the speed of the motors using a single interchangeable device that can be applied to the different machine axes.

This will make the DRF the optimum choice for manufacturers subject to compliance with food hygiene standards, such as producers of oil or wine, jams and preserves, fruit juices and the food industry in general.

Mechanical engineer, Alessandro Ciccolella, from the Technical Office at Mini Motor, described how the idea was first conceived and the project was developed for the digital drive: “The strategic path first traced with the creation of the DR series has become final and supported by results, the study of the concept of the DRF drive can therefore be considered the natural development for Mini Motor in this direction. More and more customers working in many new fields will, therefore, have the opportunity to go and update their fleet of motors and bring it in line, in terms of the components and their efficiency, with the consolidated principle of total integration.”