De Cecco prima azienda in Italia per crescita nel food

De Cecco prima azienda in Italia per crescita nel food

Un semestre stellare per De Cecco, al vertice della speciale classifica “Nielsen Top 75 Manufacturer”, che analizza le prime 75 aziende in Italia per fatturato retail

Lo storico pastificio abruzzese, che ha nel portafoglio anche olio, farine, derivati del pomodoro, sughi e bakery, è al primo posto nazionale come impresa con la “miglior crescita percentuale a Valore (+20,4%)” e al secondo del Food Confezionato Nielsen per “crescita assoluta per vendite a Valore (+15,7 milioni di euro)”. Il tutto in un mercato Italia caratterizzato da un calo dei consumi della pasta di semola: -1,1% (-46.510 quintali) nei primi 7 mesi del 2019.  De Cecco, dunque, è in controtendenza rispetto alla categoria e a molti pastifici. C’è un altro risultato eclatante ed è rappresentato dalle 734.000 nuove famiglie acquirenti pasta di semola De Cecco (+13,7% nei primi 4 mesi del 2019), che hanno consentito il raggiungimento di un parco acquirenti totale di 10,9 milioni di famiglie, come si legge dal report “Nielsen CPS”.  Il 45,1% delle famiglie italiane consuma pasta di semola De Cecco. Nel canale della grande distribuzione, a luglio 2019, le performance della pasta De Cecco sono decisamente “da premium”. “Questi risultati certificano la qualità delle strategie commerciali e industriali, nonché degli investimenti marketing che sono stati messi in campo: la comunicazione televisiva fortemente orientata nello spiegare ai consumatori le ragioni della qualità De Cecco; la visibilità mediatica ottenuta grazie alla partnership con la Juventus; le campagne stampa in Italia e all’estero; la collaborazione con l’Università di Milano, che ha dimostrato con ricerche scientifiche le caratteristiche superiori della nostra pasta integrale”, dice Carlo Aquilano, Direttore Commerciale di De Cecco. “Rilevante anche l’iniziativa di evidenziare l’unicità del Metodo De Cecco, con la lenta essiccazione a bassa temperatura per una pasta di qualità superiore, ulteriormente valorizzata grazie al nuovo pack lanciato in aprile. Alle iniziative di marketing mix, ha fatto seguito un’intensa attività di analisi dei principali driver di mercato, che ha consentito di affiancare imprese della distribuzione mediante progetti di category management finalizzati all’ottimizzazione assortimentale, alla massimizzazione dell’efficienza promozionale per il miglioramento dell’intera supply chain. Nonostante i risultati raggiunti, vogliamo continuare a crescere”, conclude Aquilano.“Sono già in programma un’intensa campagna media e i lanci delle paste multicereali e gluten free, che consentiranno al brand De Cecco di ampliare il proprio presidio sull’ormai imprescindibile segmento salutistico. Questo rilevantissimo paniere di iniziative verrà ulteriormente potenziato grazie a un rinnovato progetto di merchandising”. Per De Cecco, le soddisfazioni arrivano anche dal resto del mondo, dove a fine agosto l’intera gamma di prodotti fa registrare un complessivo +4,2 % a volume. Gli incrementi maggiori arrivano da Germania, Olanda, Belgio, Canada e America centrale.

De Cecco first company in Italy for growth in food sector

A wonderful semester for De Cecco, at the top of the special “Nielsen Top 75 Manufacturer” classification, which analyzes the top 75 companies in Italy for retail turnover

The historic Abruzzese pasta factory, which has in its portfolio even oil, flour, tomato derivatives, sauces and bakery. It is the national leader for the “best percentage growth in Value (+ 20.4%)” and it is in the second place of Nielsen Packaged Food for “absolute growth in value and sales (+15.7 million euros)”. This happens in the Italian market where in the first 7 months of 2019 the consumption of semolina pasta is decreasing: -1.1% (-46.510 quintals). So De Cecco, is against the trend of its category and many pasta factories. There is another striking result represented by the 734,000 families who buy De Cecco pasta (+ 13.7% in the first 4 months of 2019), which allowed the achievement of 10.9 million families acquiring, as stated in the “Nielsen CPS” report. The 45.1% of Italian families eat De Cecco semolina pasta. In July 2019 the large-scale retail channel shows “premium” performance of De Cecco pasta: “These results certify the quality of commercial and industrial strategies, as well as the marketing investments strategies: television communication strongly oriented to explaining to consumers the reasons for De Cecco quality; media visibility achieved thanks to the partnership with Juventus; press campaigns in Italy and abroad; the collaboration with the University of Milan, which demonstrated the superior characteristics of our whole wheat pasta with scientific research”, says Carlo Aquilano, Commercial Director of De Cecco. “The idea of highlighting the uniqueness of the De Cecco Method is also significant, with the slow drying at low temperature for a superior quality pasta, further enhanced thanks to the new packaging launched in April.  Marketing mix initiatives were followed by an intense analysis of the main market drivers, which enables to support distribution companies through category management projects aimed at optimizing assortment, maximizing promotional efficiency for the improvement of entire supply chain. The results achieved are not enought, we want to continue growing”, concludes Aquilano. “An intense media campaign and the launch of multigrain and gluten free pastas are already planned, these will help the De Cecco brand to expand its presence on the now essential health segment. This huge basket of initiatives will be further strengthened thanks to a renewed merchandising project, which envisages a dedicated structure”.

For De Cecco, the satisfactions also come from the rest of the world, where at the end of August the entire range of products showed an overall increase of +4.2% in volume. The biggest increases come from Germany, Holland, Belgium, Canada and Central America.