Stalam: come eliminare muffe e lieviti dalla cannabis senza alterarne le proprietà

Stalam: come eliminare muffe e lieviti dalla cannabis senza alterarne le proprietà

Muffe e lieviti costituiscono una problematica tanto diffusa quanto deleteria sia nella coltivazione in campo sia, seppur in misura inferiore, nella coltivazione in serra della Cannabis. Stalam ha sviluppato una soluzione innovativa a questo problema, che rispetta anche i dettami dell’agricoltura biologica: la sanificazione post-raccolta della Cannabis (così come di altre erbe medicinali o aromatiche) mediante radiofrequenze. Le apparecchiature della serie “RF” per la sanificazione a batch della Cannabis si basano sull’utilizzo di energia in radiofrequenza a 27,12 MHz (cioè un campo elettromagnetico non ionizzante), che costituisce oggi un’alternativa estremamente più vantaggiosa rispetto ai metodi di trattamento termico tradizionali per la disinfestazione, sanificazione e pastorizzazione di un’ampia gamma di substrati sensibili alla temperatura.

Nel sistema di sanificazione Stalam “RF” l’inattivazione delle specie contaminanti (parassiti, muffe, lieviti, batteri, ecc.) si ottiene mediante un delicato e rapido trattamento di riscaldamento dielettrico a temperature che possono variare da 60-70°C a 100-110°C a seconda delle specie target, che combina sinergicamente effetti di destabilizzazione termica e di elettroporazione delle membrane cellulari.

Questa duplice azione del campo RF è letale per le specie contaminanti il substrato, fornendo così un’efficace metodo di sanificazione e prolungamento della vita propria del prodotto. Una riduzione significativa delle specie contaminanti può quindi essere ottenuta senza usare sostanze chimiche o applicando trattamenti termici drastici che avrebbero effetti negativi sulle caratteristiche fisiche, sensoriali e funzionali del prodotto, come la perdita significativa di terpeni e di THC nel caso specifico della Cannabis.

Il trattamento consiste in una rapida esposizione del prodotto a un campo elettromagnetico generato tra una serie di elettrodi che invertono la loro polarità alla frequenza di 27,12 MHz, all’interno di una camera di processo a temperatura controllata. La temperatura della camera, la tensione in radiofrequenza tra gli elettrodi e il tempo di trattamento sono i parametri di processo da impostare in base alle specie contaminanti e al livello di inattivazione richiesto. Il trattamento garantisce un rapido ed uniforme raggiungimento della temperatura di riferimento, generalmente sufficientemente bassa per evitare alterazioni delle caratteristiche fisiche, chimiche e sensoriali del prodotto. L’intero processo dura solo pochi minuti.

 

How to eliminate moulds and yeast from cannabis without altering its properties?

Moulds and yeasts are a serious and common problem that many Cannabis growers face every day, in both indoor and outdoor cultivation. Stalam has developed a solution to this problem: the post-harvest Radio Frequency sanitisation of Cannabis and other medicinal or aromatic herbs. The “RF” series equipment for the batch sanitisation of Cannabis is based on the use of Radio Frequency energy at 27.12 MHz (ie. a nonionizing electromagnetic field), which represents today a much better alternative to conventional thermal processing methods for the disinfestation, disinfection and pasteurisation of a wide range of temperature-sensitive substrates.
In the Stalam “RF” sanitisation system the inactivation of the required species (pests, moulds, yeasts, bacteria, etc.) is achieved by means of a gentle and rapid dielectric heating treatment, at temperatures that may range from 60-70°C to 100-110°C according to the target species, which combines synergetically thermal and cell membrane electroporation effects.

This dual action of the RF field is lethal for the biological entities contaminating the substrate, thus providing an effective sanitisation and shelf-life extension technique. Significant reduction of the contaminating species can be achieved without using chemicals or applying drastic thermal treatments which would have detrimental effects on the physical, chemical, functional and sensorial characteristics of the product, such as causing terpenes and THC loss in the specific case of Cannabis.

The treatment consists in a rapid exposure of the product to an electromagnetic field generated between a set of electrodes inverting their polarity at 27.12 MHz frequency, inside a temperature-controlled process chamber. The chamber temperature, the RF voltage between electrodes and the treatment time are the process parameters to be set according to the contaminating species and the inactivation level required. The treatment ensures that the product is brought quickly and uniformly to the target temperature, which is generally low enough to avoid alterations of its physical, chemical, functional and sensorial characteristics. The entire process takes just a few minutes.