Siemens: l’era digitale nell’arte della birra

Siemens: l’era digitale nell’arte della birra

L’era digitale nell’arte della birra

Il birrificio Stieglbrauerei zu Salzburg è stato fondato nel 1492. Nei successivi 525 anni, la “Haus Bey der Stiegen” è cresciuta fino a diventare tra le più grandi e di maggior successo birrerie private dell’Austria.

E’ l’unica fabbrica di birra in Austria che utilizza ancora uno speciale mezzo di trasporto: la carrozza trainata da cavalli Stiegl. Ancora oggi la carrozza viene utilizzata per consegnare birra ai ristoranti e ai ristoratori delle città di Salisburgo, Maxglan, Riedenburg e i quartieri Wals-Siezenheim.

L’azienda di famiglia utilizza solo ingredienti di alta qualità. La birra Stiegl viene prodotta con acqua di Untersberg e orzo della regione di Weinviertel, dove la birreria ha contatti diretti e di lunga data con la EGZ (Erzeugergemeinschaft Zistersdorf), acquistando direttamente l’orzo da questa associazione di produttori agricoli. Stiegl coltiva inoltre cereali antichi e malti nella sua fattoria di Wildshut.

Digitalizzazione nel settore birrario

Oggi le aziende produttrici di birra si trovano ad affrontare una moltitudine di sfide. La varietà dei tipi di birra presenti sul mercato è in aumento, così come la pressione sui costi e la concorrenza.

Per ottenere un processo più flessibile ed economico, la digitalizzazione degli impianti di produzione della birra lungo l’intera catena del valore è vitale, dal ricevimento delle materie prime e la consegna dei prodotti, alla produzione e alla pianificazione delle risorse aziendali. Se tutti i processi sono perfettamente coordinati tra loro e tutti i componenti dell’impianto comunicano in modo affidabile, l’intero impianto diventa più flessibile, riducendo così i costi.

Garantire un processo di produzione della birra che soddisfi anche elevati standard, Stiegl ha stabilito una partnership di lunga data con Siemens. Il tutto ebbe inizio con componentistica Siemens piuttosto semplice come i motori elettrici e, dagli anni ‘70, cominciò a estendersi ai controlli più complessi, ai sistemi per l’automazione dei processi produttivi.

Con il supporto di Siemens, Stiegl ha ottenuto una produzione più efficiente, costi ridotti e qualità costantemente elevata. Con il sistema di automazione Siemens Simatic S7 e il software WinCC, Stiegl reso digitali i propri processi, dall’inizio alla fine.

La produzione di birra rimane un’attività artigianale

Grazie alla digitalizzazione dell’impianto, tutti i processi nelle varie aree del birrificio possono essere controllati e visualizzati in maniera impeccabile. Il controllo delle ricette è ora semplice ed efficace ma la produzione di birra è rimasta un’attività artigianale: la tecnologia all’avanguardia non fa altro che facilitare le attività. Grazie a questo sistema digitalizzato, i mastri birrai hanno di nuovo tempo per la loro vera passione: creare nuove ricette.

The digital era in the art of brewing

Austria’s largest private brewery relies on a custom automation system to brew about 20 different types of beers efficiently, economically, and with consistently excellent taste

The Stieglbrauerei zu Salzburg brewery was founded in 1492. In the next 525 years since then, the “Haus Bey der Stiegen” grew to become Austria’s largest and most successful private brewery. Stiegl also places great emphasis on tradition. It is the only brewery in Austria that still uses a very special means of transport: the Stiegl horse-drawn carriage. To this day, the carriage is still being used to deliver beer to restaurants and caterers in Salzburg’s Maxglan, Riedenburg, and Wals-Siezenheim quarters.

The family business uses high-end ingredients only. Stiegl beer is brewed with water from Untersberg and barley from the Weinviertel region, where the private brewery maintains long-standing personal contacts with the EGZ (Erzeugergemeinschaft Zistersdorf), purchasing directly from this barley farmers’ producer group. As an added bonus, Stiegl also cultivates ancient grains on its Wildshut farm and malts it on location.

Digitalization in the brewery business

Today, brewing companies are facing a multitude of challenges. The variety of types of beer on the market is increasing – as is cost pressure from the competition. To attain the goal of a more flexible and economical process, digitalization of the brewing equipment along the entire value chain is vital, from the receipt of raw materials and delivery of products to production and corporate resource planning. If all processes are perfectly coordinated and all components of the equipment communicate reliably, the entire plant becomes more flexible, ultimately reducing costs.

That’s why Stiegl has established a long-standing partnership with Siemens. It began with rather basic Siemens components like electric motors, and from the 1970s onwards it has continued with more complex control systems for automating the production processes. To transform the brewhouse to a new, customized automation solution, Stiegl opted for Siemens’ expertise as well. To brew the different types of beer more efficiently and at a lower cost, while also maintaining a consistently high taste quality, the brewery relies on a new custom automation system by Siemens. Using the Siemens Simatic S7 technology and WinCC software, Stiegl’s brewhouse in Salzburg has digitized its processes from start to finish.

Brewing beer remains a craft

With digitalization, all processes in the various areas of the brewery can be flawlessly controlled and visualized. Simple but effective recipe control is at the core of the system. Nonetheless, in Austria’s largest private brewery, brewing beer still is a craft: State-of-the-art technology only makes it easier. After taking this step in technological evolution, the master brewers have noticed that they suddenly have time for their true passion again: coming up with new recipes.