Livetech: una soluzione altamente automatizzata

Livetech: una soluzione altamente automatizzata


Per un cliente americano nel settore dei prodotti da forno, Livetech ha recentemente realizzato la macchina LTL-3F equipaggiata interamente con soluzioni di controllo logico e motion di Rockwell Automation

Con sede a Guarene, in provincia di Cuneo, Livetech è una società di ingegneria, consulenza e produzione di sistemi completi di imballaggio. L’azienda piemontese è specializzata in sistemi di automazione che spaziano dalle soluzioni per la distribuzione dei prodotti, alle macchine per packaging primario e secondario, a unità di colaggio e dosaggio per cioccolato e creme e annovera tra i suoi clienti importanti multinazionali del settore food. 

Per un cliente americano operante nel settore dei prodotti da forno, Livetech ha recentemente realizzato la macchina LTL (Livetech Top Loader) – 3F (tre funzioni). L’impianto, adibito all’inscatolamento di prodotti da forno confezionati in flow-pack, include tre robot progettati e realizzati da Livetech: il primo robot forma la scatola da un fustellato, il secondo preleva i prodotti e li posiziona nella scatola e il terzo chiude la scatola, posizionandovi sopra un secondo fustellato che funge da coperchio. “Si tratta di una soluzione altamente automatizzata, nella quale l’intervento dell’operatore è limitato alla fase di caricamento del fustellato per la formatura della scatola”, spiega Luciano Vacchetta, Electronic Department Manager di Livetech. La LTL -3F è progettata per il confezionamento secondario di 6 diversi formati di prodotti in due tipologie standard di scatole; la logica di formatura, riempimento e chiusura delle scatole è stata concepita con l’obiettivo di minimizzare i tempi e le operazioni del processo. “Abbiamo sviluppato insieme al cliente il design delle scatole in modo che fossero appetibili da un punto di vista di marketing e realizzabili con un sistema a elevata automatizzazione”, spiega Vacchetta. “Per soddisfare le esigenze del cliente, inoltre, era importante realizzare una soluzione che richiedesse al personale tecnico un’interazione minima, entry-level, e che fosse autonoma nel cambio formato”. 

Livetech ha equipaggiato la LTL-3F interamente con soluzioni di controllo logico e motion di Rockwell Automation. “Per quest’applicazione, che richiedeva un’automazione particolarmente spinta, ci siamo rivolti a Rockwell Automation senza alcuna esitazione: abbiamo con loro una partnership consolidata e il cliente stesso, nordamericano, ha richiesto espressamente le soluzioni Allen Bradley”. L’architettura di automazione, programmata in ambiente software RSLogix 5000, si basa su un controllore CompactLogix 5380, con memoria da 4 MB e motion integrato su Ethernt/IP per il controllo di 20 assi, e una serie di servoazionamenti Kinetix® 5700 a doppio asse (due da 1,6 kW, tre da 3,2 kW, tre da 5,4 kW e tre da 15,9 kW) che gestiscono tutte le parti in movimento della LTL-3F: i robot, il nastro trasportatore e i magazzini per lo sfoglio dei fustellati. Ai Kinetix® 5700 sono collegati 18 servomotori Kinetix® VP a bassa inerzia, che inviano al sistema di controllo le informazioni in tempo reale sulle prestazioni dei motori attraverso un dispositivo di feedback digitale. Il sistema è completato, oltre che dai componenti di alimentazione, da due switch Stratix® 2000 non gestiti (uno a 8 porte e uno a 5 porte), un terminale grafico PanelView™ Plus 7 e moduli Compact I/O 5069 a 16 canali.

“Grazie alla nostra dimestichezza con l’ambiente di programmazione software di Rockwell Automation abbiamo ridotto i tempi di progettazione della macchina”, dice Vacchetta. L’architettura Rockwell Automation ha poi consentito di ridurre i cablaggi e di costruire una macchina dall’ingombro più compatto che, grazie all’impiego dei motori a bassa tensione e alla capacità dei robot di rigenerare energia nella fase di frenata, offre anche interessanti risparmi energetici per l’utente finale. Sono risultate inoltre più semplici la fase di test e validazione e, in prospettiva, è facilitata anche l’individuazione di eventuali problemi sull’impianto. La possibilità di collegare la LTL-3F a un sistema di manutenzione da remoto è un altro aspetto che si aggiunge ai vantaggi già elencati. “Grazie all’elettronica Rockwell Automation abbiamo soddisfatto l’esigenza principale del cliente: avere una soluzione totalmente automatica ed eliminare i fermo-macchina normalmente richiesti in caso di cambi-formato manuali”, conclude Vacchetta. “Per noi e per l’utente finale investire in soluzioni hardware e software di alta gamma come quelle di Rockwell Automation implica, è vero, un costo iniziale importante ma anche un ottimo ritorno dell’investimento, grazie all’affidabilità dei prodotti e all’elevato livello dell’assistenza tecnica post-vendita offerta da Rockwell Automation a livello globale”.

A highly automated solution

For a North American customer operating in the bakery products industry, Livetech has recently manufactured LTL-3F, entirely equipped with logic and motion control solutions from Rockwell Automation

Headquartered in Guarene, in the province of Cuneo, Livetech is an Italian engineering and consultancy company, which manufactures complete packaging systems. It specializes in a wide range of automation systems, including primary and secondary packaging machines and pouring and dosing units for chocolate and creams, serving leading companies in the food industry.

For a North American customer operating in the bakery products industry, Livetech has recently manufactured the LTL-3F (Livetech Top Loader – Three Functions), a secondary packaging machine, which is used to put flow-packed baked products in boxes. The system includes three robots, which are designed and manufactured by Livetech.

The first robot forms the box from a cardboard blank, the second picks the products and places them in the box and the third closes the box – placing another cardboard blank over it to act as a cover. “This is a highly automated solution in which the intervention of the operator is limited to the loading phase of the cardboard blanks which are used to form the boxes,” explains Luciano Vacchetta, Electronic Department Manager at Livetech.

The LTL-3F is designed for the secondary packaging of six different product formats in two standard types of boxes; the forming, filling and closing of the boxes have been conceived to minimize process time and operations. “We designed the boxes in cooperation with the customer so that they would not only be attractive from a marketing point of view, but also capable of being manufactured using a high-level automation system. To meet our customer’s needs, we also had to create a solution that required minimal interaction from the technical staff, with an entry-level interface and a totally automated format-changeover system.”

Livetech equipped the LTL-3F entirely with logic and motion control solutions from Rockwell Automation. “For this application, which required intensive automation, we turned to Rockwell Automation without any hesitation. We have already been cooperating with them and in this case the customer itself – based in North America – requested an Allen-Bradley® solution.”

The automation architecture, which is programmed in RSLogix 5000® software environment, is based on an Allen-Bradley CompactLogix 5380 programmable automation controller (PAC), which delivers integrated motion capabilities over EtherNet/IP™ for the control of 20 motion axes. The motion operations are controlled by Allen-Bradley Kinetix® 5700 double-axis servo drives, which manage all of the moving parts, including the robots, the conveyor belt and the loaders for the cardboard blanks. Eighteen Allen-Bradley Kinetix VP-Series low-inertia motors are connected to the Kinetix 5700 and can send real-time data about their performance back to the control system through a digital feedback device. Power supply components, two non-managed Stratix 2000 switches, an Allen-Bradley PanelView Plus 7 HMI and 16-channel Compact I/O modules complete the system.

“Thanks to our familiarity with the Rockwell Automation software environment, we reduced the design time needed to define the machine,” Vacchetta explains. The Rockwell Automation architecture helped Livetech to reduce wiring too and to build a machine with a more compact footprint that, thanks to the use of low-voltage motors and the ability of robots to regenerate energy in the braking phase, offers energy savings to the end user. The test and validation phases were comfortable and troubleshooting is also easier for the end user.

The possibility to connect the LTL-3F to a remote maintenance system is another benefit that can be added to the advantages. “Thanks to Rockwell Automation, we met our customer’s main requirement: having a totally automatic solution, that doesn’t need to be stopped for any changeover,” Vacchetta concludes. “For us and the end user, investing in high-range hardware and software solutions, such as those from Rockwell Automation, results in a good return on investment, thanks not only to the high-quality of the products, but also to the high-level of after-sales technical support offered by Rockwell Automation worldwide.”