I riscaldatori Leister per l’industria alimentare

I riscaldatori Leister per l’industria alimentare

Sono molteplici i vantaggi dell’aria calda: una fonte di calore perfettamente regolabile, pulita, che non rischia di rovinare gli alimenti o comprometterne aspetto e conservazione

L’utilizzo di soffianti e riscaldatori nell’industria alimentare è molto diffuso, per numerosi validi motivi. In molti processi, dall’essicazione all’asciugatura, dai sistemi di chiusura al packaging, l’aria calda costituisce uno strumento pulito e sicuro, facile da regolare e che non causa alterazioni indesiderate al cibo o alle bevande.

Leister Technologies, multinazionale svizzera leader nella produzione di macchinari per la lavorazione della plastica, ha una notevole esperienza in questo settore: la divisione Process Heat è dedicata ai sistemi di generazione di aria calda, utilizzabili sia autonomamente, sia inseriti in processi produttivi più complessi.

I vantaggi dell’aria calda sono concreti e facilmente dimostrabili. Nell’asciugatura delle resine, ad esempio, sono impiegate due tecnologie: con l’aria calda o mediante un essiccante. Per massimizzare l’efficienza, Leister ha sviluppato un sistema che può essere utilizzato con entrambe le tecnologie: solo aria calda, per asciugare, o per riciclare l’essiccante saturo di umidità.

I riscaldanti Leister sono inoltre ideali per riscaldare preforme, grazie alla capacità di indirizzare il calore proprio dove occorre. I sistemi Leister possono completare in modo ottimale anche riscaldatori esistenti a infrarossi, che non sono in grado di riscaldare le zone di preforme con pareti di spessore variabile.

Per sigillare bottiglie e tappi a vite in modo da assicurarsi che non possano essere manomessi, le fascette stampate possono essere facilmente sigillate con i riscaldanti Leister.

L’aria calda proveniente dai riscaldatori Leister può essere utilizzata per preriscaldare le bottiglie e far evaporare gli eventuali residui di perossido di idrogeno usato per la disinfezione; con questo sistema ci si assicura che nel contenitore la concentrazione di H2O2 sia inferiore a 0,5 ppm.

Con il getto di aria calda si può anche attivare la colla utilizzata per fissare le etichette, in modo da ottenere un’adesione migliore e risultati perfetti.

Il processo di stampaggio dei tappi a vite richiede un’attivazione mediante riscaldamento. Il gas naturale utilizzato a volte per questo scopo è pericoloso e non si può considerare un amico dell’ambiente; per questo Leister ha sviluppato un’applicazione ad aria calda che lo può sostituire egregiamente.

Anche per l’asciugatura di stampe a inchiostro sui tappi viene spesso usato il gas naturale, ma per migliorare le prestazioni e ridurre le emissioni di CO2, è possibile usare soluzioni ad aria calda Leister.

La termoretrazione delle etichette e coperture delle bottiglie può essere effettuata con sistemi ad aria calda Leister, che agiscono in modo puntuale evitando grossi tunnel di termoretrazione.

Infine, per assicurare che tutte le bottiglie riempite siano asciutte, Leister offre soffianti ad aria calda molto efficienti per rimuovere ogni traccia di liquido o umidità dalle superfici delle bottiglie dopo il riempimento.

La gamma di soffianti e riscaldatori Leister comprende apparecchi di varia potenza, perfettamente integrabili all’interno di processi produttivi complessi. I diversi modelli sono disponibili in numerose varianti; per questo è sempre possibile trovare la soluzione Leister adatta a goni esigenza. Fra i prodotti più interessanti sono da segnalare Mistral, Hotwind, Vulcan e la serie LHS.

MISTRAL è un soffiante compatto, disponibile in 3 modelli, da 2300 a 4500 W; con un ingombro massimo di soli 352x90x91 mm, consente di portare il calore là dove serve nel processo industriale, riducendo al minimo l’impiantistica meccanica ed elettrica a supporto. L’apparecchio è in grado di riscaldare aria fino a 650° e garantire una portata d’aria fino a 400 l/min. Nella versione PREMIUM temperatura e portata dell’aria vengono gestite in maniera molto semplice tramite potenziometro, mentre nella versione SYSTEM sono gestibili direttamente dal PLC della macchina o dell’impianto in cui l’apparecchio è inserito. Un comodo display rende agevolmente monitorabili i parametri di set e di funzionamento.

HOTWIND è il fratello maggiore di Mistral, da cui si differenzia per una capacità più che doppia di generare aria calda (portata max.900 l/min). Con una potenza dell’elemento riscaldante che parte dai 2300 W del modello più semplice e raggiunge i 5400 W nel modello più performante, HOTWIND è il riscaldatore autonomo versatile per eccellenza. Anche HOTWIND è disponibile nelle due versioni PREMIUM e SYSTEM.

Sia MISTRAL che HOTWIND utilizzano motori brushless con il chiaro beneficio per il cliente di massima durata e minima necessità di manutenzione, data l’assenza di carboncini.

Completa la gamma di riscaldatori autonomi l’apparecchio VULCAN, fino a 11 KW di potenza riscaldante in un unico dispositivo compatto, robusto e facile da integrare nei processi industriali.

A fianco della gamma di riscaldatori autonomi, Leister offre alla propria clientela una scelta ancora più ampia e diversificata con i riscaldatori tipo LHS, disponibili in un range di potenza da 550 W fino a 40 KW. I riscaldatori LHS sono da abbinare a soffianti esterne.

Soffianti e riscaldatori Leister devono la loro ottima reputazione ai severi controlli di qualità ai quali tutta la produzione è sottoposta nei laboratori di proprietà dell’azienda, in Svizzera. Nei rari casi in cui fosse necessario sottoporre questi riscaldatori a manutenzione, il servizio fornito da Leister Technologies Italia presso la propria sede di Segrate (MI) è eccellente, accurato e tempestivo.

www.leister.com

Leister heaters for the food and beverage industry

The use of hot air has many positive aspects: it is a clean source of heat which may be regulated precisely and does not cause unwanted alterations to the food or beverages being processed

The use of blowers and heaters in the food industry is widespread, for many valid reasons. In many processes, from drying to sealing to packaging, hot air is a simple, clean and safe tool, easy to control and which does not cause unwanted alterations to the food or beverages being processed.

Leister Technologies is considerably experienced in this field; the Process Heat division is dedicated specifically to hot air generating systems, which may be used both independently as well as within more complex production processes.

The advantages of hot air are concrete and may be easily proved. To dry out resins, hot air or desiccators are used. Leister technologies can dry the product using hot air or regenerate the desiccator when this becomes saturated with humidity.

Leister heaters are ideal to preheat moulds thanks to their capability of conveying heat to the areas of the mould where it is needed. They may be used as an optimal complement to other technologies such as infra-red ray lamps, which have limitations when moulds with varying thicknesses need to be heated accurately.

Hot air may be used in the de-gating phase, when smears or threads are removed from bottles. The injection process may lead to smears which need to be removed, so as to facilitate the successive phases of the process or to guarantee that the finished product will have a perfect packaging. A hot air flow in the lower part of the bottle corrects any imperfections which may be present.

A frequently used cleaning method involves the use of hydrogen peroxide. Hot air is used to heat the bottles and to cause any residues of the hydrogen peroxide used for disinfection to evaporate; this system ensures that concentration of H2O2 inside the bottle will be less than 0,5 ppm.

Hot air is also used to activate glue, ensuring a perfect adhesion of the label to the bottle.  Another way of fixing labels is shrink-wrapping. Hot air is an effective system to obtain the shrink-wrapping of labels and it is a very valid alternative compared to steam tunnels, which use up a great deal of energy.

Screw caps are often decorated by means of printing processes; both the preparation of plastic to ensure that ink clings better to the surface, and the drying of the ink itself, may be helped by the use of hot air. This technology sometimes is used to replace alternative methods where heat is produced by means of the combustion of gaseous fuels, which may dangerous, especially in closed environments.

In order to ensure that all filled bottles are dry on the outside, Leister provides highly efficient hot air blowers to remove every trace of liquid or humidity from the surfaces of the bottles after these have been filled.

The range of Leister blowers and heaters includes machines with varying power, which may be perfectly integrated into complex production cycles. They are available in different versions; for this reason it is possible to find a Leister solution to match every requirement. Some of the most interesting products are Mistral, Hotwind, Vulcan and the LHS series.

MISTRAL is a compact blower, available in three models, ranging from 2300 to 4500 W; measuring 352 by 90 by 91 mm, it allows heat to reach the parts of the industrial process where it is needed, reducing the required mechanical and electrical support to a minimum.  MISTRAL can heat air to up to 650°C and allows an air flow of up to 400 litres per minute. In the PREMIUM version, temperature and air flow are managed very easily using a potentiometer, which may be remote-controlled, while the SYSTEM version allows management of these variables using the machine’s PLC or the PLC of the equipment where the machine is inserted. A convenient display also allows to monitor set and functioning parameters.

HOTWIND is a larger heater, with a capability of generating hot air which is more than double compared to Mistral’s (maximum capacity: 900 l/min). The heating element’s power ranges from 2300 W in the simplest model to 5400 W in the most performing models; it is as versatile as an independent heater can be. HOTWIND too is available in two versions, PREMIUM and SYSTEM.

Both MISTRAL and HOTWIND use brushless engines, with the evident advantage of providing the client with maximum durability and minimum maintenance requirements, given the absence of carbon brushes.

The independent heaters range is completed by VULCAN, which can provide as much as 11 KW of heating power in a single device, compact, strong and easy to insert in industrial processes.

Along with the range of independent heaters, Leister provides its clients with an even wider and more diversified range by means of its LHS heaters, available in versions with a power output ranging from 550 W to 40 KW. LHS heaters may be connected to external blowers or to a source of compressed air.

Leister’s heaters and blowers owe their excellent reputation to the severe quality controls carried out on the whole production by laboratories owned by the company, in Switzerland. In those rare instances when these heaters require maintenance, the service provided by Leister Technologies Italia at its headquarters in Segrate, near Milan, is excellent, accurate and timely.

www.leister.com