Consorzio IN.PA.CO.: soluzioni integrate di packaging

Consorzio IN.PA.CO.: soluzioni integrate di packaging

logo-InpacoLOGO_MACAdaDevitoMaurizio logocomagIl Consorzio IN.PA.CO. unisce 5 aziende operanti nel settore del packaging, ognuna di esse specializzata in una fase della filiera del packaging

Compare per la prima volta sullo scenario europeo il Consorzio IN.PA.CO. “International Packaging Companies”, organizzazione nata allo scopo di favorire l’integrazione tecnologica e commerciale di alcune delle più interessanti aziende italiane operanti nel settore del packaging flessibile.

Il Consorzio IN.PA.CO. unisce 5 aziende operanti nel settore del packaging ognuna di esse specializzata in una fase della filiera del packaging. Leader tecnologico è COMAG Engineering Srl, che progetta e costruisce macchine automatiche e porta sul mercato internazionale in esclusiva le innovative tecnologie per l’etichettatura di contenitori prodotti mediante sistemi FFS e per applicazione di etichette superstrech su ogni tipologia di formato. La consolidata tecnologia dello shrink, e le innovative applicazioni sia shrink che stretch, trovano con Comag elementi di straordinaria innovazione capaci di portare alle aziende produttrici e al mercato benefici di in termini di riduzione dei costi di produzione, ottimizzazione e semplificazione dei processi, risparmio energetico e soprattutto, a beneficio dell’ambiente, possibilità di ottenere la riciclabilità al 100% dei contenitori plastici e relative etichette.

Membri del consorzio sono anche MACA srl, innovativa, efficiente e flessibile realtà industriale stampatrice di film plastici, anche accoppiati e Jolly Plastic Srl, leader nella produzione di film plastici. Insieme queste aziende, grazie al progetto di integrazione intrapreso, portano sul mercato internazionale proposte tecnologicamente innovative e commercialmente sostenibili, formulando anche proposte di locazione operativa dei macchinari e/o finanziamenti pluriennali.

Focus stretch

In ambito di applicazioni stretch COMAG offre macchine capaci di applicare etichette elastiche sino alla velocità di 54.000 bph. Soluzioni ideali per contenitori del latte, per bottiglie che richiedono etichettatura full body. Innovazione assoluta è la realizzazione di macchine multipack che consentono la realizzazione di pacchi mediante applicazioni stretch sleeve, consentendo significativi risparmi di materiali, spazi e consumi energetici.

La sinergia dei dipartimenti R&D di COMAG, Maca e Jolly Plastic rende possibile lo sviluppo progressivo e continuo sia dei materiali che dei sistemi di applicazione che rendono l’offerta tecnologica sempre aggiornata ed a prova di obsolescenza. Al fine di garantire la clientela del buon funzionamento degli impianti viene offerto un servizio full-package che copre il corretto funzionamento delle macchine e la continua manutenzione.

Focus shrink

In ambito di applicazioni shrink si distinguono due soluzioni:

1. IsLa, innovativo sistema rotativo di termoretrazione integrato nel rotore centrale che permette di inserire una macchina da oltre 24.000bph in soli 2metri lineari di spazio, mentre per un sistema comparabile sono necessari 10-12metri lineari. Il tunnel di retrazione tradizionale viene sostituito da una serie di cilindri montati sulla giostra dell’etichettatrice, nei quali viene iniettato un getto di vapore in pressione che realizza la perfetta ed immediata retrazione delle sleeve sul contenitore; tale concezione, oltre a rendere la macchina molto compatta, consente di ottenere notevoli vantaggi rispetto ai sistemi tradizionali con tunnel in linea.

La quantità di vapore necessaria è fino a 10 volte inferiore ai tunnel a vapore tradizionali ed è direttamente proporzionale alla velocità di produzione. Non è necessario preriscaldamento e non viene consumato vapore quanto la macchina è in stand-by; inoltre il sistema garantisce l’assenza di dispersioni di vapore nell’ambiente di lavoro.

Il posizionamento dell’etichetta risulta estremamente accurato su contenitori vuoti o pieni con un movimento di applicazione sul contenitore stesso progressivo e meccanicamente determinato. Non ci sono spazzole né altri elementi a condizionare il posizionamento dell’etichetta: un cursore mobile azionato da una camma meccanica determina in modo preciso la posizione finale dell’etichetta sul contenitore che viene mantenuta anche nella fase di retrazione, immediatamente successiva. Il raggiungimento della piena produzione dopo un cambio formato è immediato, in quanto ogni contenitore dispone del proprio cilindro di retrazione appositamente studiato secondo il suo disegno. Grazie a questo dopo le normali operazioni di cambio formato, la macchina è subito pronta ad entrare in produzione senza ulteriori regolazioni. Infine, a garanzia di una maggior salubrità dell’ambiente di lavoro, non si rilevano dispersioni di vapore dalla macchina.

2. SKY modello concepito per applicazione di shrink sleeve a vasetti termoformati, tipicamente utilizzati per yogurt, prodotti probiotici cremosi, bevande etc. Il sistema applica e termoretrae le etichette, in momenti quasi contemporanei, in modo da esporre i prodotti al vapore per tempi estremamente brevi. La macchina può applicare le etichette anche a gruppi di vasetti uniti tra loro e quindi particolarmente adatta all’inserimento in impianti con macchine FFS (form-fill-seal).

SLC1Integrated solutions for packaging

Consortium IN.PA.CO. groups 5 companies operating in the packaging sector, each one specialized in a phase of the packaging industry

It appears for the first time on the European stage the Consortium IN.PA.CO. “International Packaging Companies”, organization created in order to encourage technological and commercial integration of some of the most interesting Italian companies operating in the flexible packaging industry.

Consortium IN.PA.CO. groups 5 companies operating in the packaging sector each one specialized in a phase of the packaging industry. Technology leader is COMAG Engineering Srl, which designs and manufactures machines and drive in exclusive on the international market innovative technologies for labeling containers produced by FFS systems and super-stretch label application on any type of container. The established shrink labelling technology, and innovative applications both in shrink than stretch, lie with COMAG elements of extraordinary innovation capable of bringing to the manufacturers and to the benefits of the market in terms of reducing production costs, optimization and simplification of processes, energy saving and above all, to benefit the environment, possibility to obtain the 100% recyclability of plastic containers and associated labels.

Innovative, efficient and flexible industrial business, printer of plastic and laminated films MACA Srl, and leader in plastic film production Jolly Plastic Srl, are also part of the consortium.

Together, those companies – thanks to their undergoing integration project – bring technologically innovative and eco-friendly solutions to the international market, also proposing machinery leasing and/or long-time financing.

Stretch focus 

In the field of stretch applications COMAG provides innovative solutions capable of applying elastic labels at speeds of up 54,000 bph. Ideal solutions for milk containers, bottles that require full body labeling. absolute innovation is the realization of multipacks machines that allow the realization of packs by means of stretch sleeves applications, enabling significant savings of materials, space and energy consumption.

The synergy of R&D of COMAG, Maca and Jolly Plastic departments also makes possible the progressive and continuous development of both the materials of the application systems that make the up to date technology offerings and to obsolescence proof. In order to ensure the proper functioning of the installations of the customer we are offered a full-service package which covers the correct operation of the machines and the continuous maintenance.

Shrink focus

As shrink applications, there are two solutions:

1. Isla, an innovative rotary shrink system integrated into the central rotor that allows inserting a machine over 24.000 bph in only linear space of 2 meters, while for a comparable system linear 10-12 meters are necessary. The traditional shrink tunnel is replaced by a series of cylinders mounted on the labeling machine carousel, in which a steam jet under pressure that realizes the perfect and immediate retraction of the sleeve on the container is injected; in addition to making the very compact machine, this conception also allows obtaining remarkable advantages with respect to traditional systems with in-line tunnel.

The required quantity of steam is up to 10 times less than the traditional steam tunnel and is directly proportional to the speed of production. It is not necessary and preheating is not needed, consumed steam as the machine is in stand-by; Moreover, the system also guarantees the absence of steam in the working dispersions.

The label positioning is extremely accurate on empty or full containers with an application moving container itself progressive and mechanically determined. There are no brushes or other elements to influence the positioning of the label: a mobile cursor operated by a mechanical cam determines in a precise way the final position of the label on the container which is maintained also during the retraction phase, immediately following. The achievement of full production after a format change is immediate, since each container has its own retraction cylinder specially designed according to its purpose. Thanks to this and after normal format change operations, the machine is immediately ready to go into production without further adjustments. Finally, a guarantee for a healthier work environment, there were no steam leaks from the machine.

2. SKY model designed for applying shrink sleeves to thermoformed cups, typically used for yoghurt, creamy probiotic products, beverages, etc. The system applies and thermoshrinks labels, in almost contemporary moments, so as to expose to the vapour products for an extremely short time. The machine can also apply labels to groups of jars joined together and therefore particularly suitable for use in installations with FFS machines (form-fill-seal).